Le metriche giuste.

  • 0

Facciamo un esempio pratico. Come dimostrare “Traction”?

Misuriamo come funziona la condivisione sociale per monetizzare il proprio valore social.

Per arrivare agli obiettivi aziendali è necessario seguire un percorso, e verificare, man mano, che si stia seguendo il percorso, come era previsto. Con regolarità. Secondo l’adagio americano, “what gets measured gets done” le metriche sono quindi fondamentali per una startup. Sempreché siano le metriche giuste, però. E quali sono quelle giuste? Direi che dipende dal tipo di business in cui la startup opera. E lo verifichiamo con un caso reale.

Se vi interessa approfondire le metriche rilevanti, ma più in generale, vi rinvio ai miei post precedenti sull’argomento. I link sono indicati in basso a questo post. Ora vogliamo analizzare quelle di un caso specifico. Dati alla mano.

Worldz ha 2 tipi di “clienti” che deve soddisfare per fare funzionare il software (un SAAS).

P2P – gli utenti stessi, cioè noi, quando operiamo sui social network, e condividiamo informazioni, foto, link, etc. con i nostri amici e conoscenti. Nella nostra community personale.

B2B – gli operatori ed utenti professionali che vogliono fare crescere il loro business, online ed/o offline che sia. Nel caso di Worldz lo fanno offrendo uno sconto agli utenti-acquirenti che sono disposti a collaborare, condividendo i loro acquisti con la loro community personale.

Alla luce di questo si possono misurare le seguenti metriche:

  1. Numero di utenti che il sito ha.
  2. Numero di utenti che acquistano.
  3. Numero di utenti che condividono i loro acquisti utilizzando Worldz sui social.
  4. Numero di carrelli recuperati.
  5. Fatturato aggiuntivo generato.

E’ quindi possibile verificare in modo inquivocabile se il software funziona come inteso da Worldz e quale accelerazione esso è in grado di generare. Ci baseremo su un caso concreto e reale di un ecommerce che ha installato il software.

Questo è il grafico dell’ultimo mese, quello di gennaio 2018. (Il sito cliente ovviamente è stato reso anonimo sul dashboard, per motivi di confidenzialità).

Metrics

Come si leggono questi dati?

Questo è un ecommerce relativamente piccolo con c.a. 10.000 utenti mensili, di questi utenti Worldz ne genera di aggiuntive, mensilmente, circa 1% come clienti nuovi (i 95 leads) che condividono 39 post su Facebook. Queste condivisioni vengono lette dalla community degli utenti, che rispondono, interagiscono ed accedono al sito di commercio elettronico.

Questa attività di lead generation ed ingaggio degli utenti porta mensilmente al sito un fatturato aggiuntivo di 2300 euro. Fatturato che senza Worldz non avrebbe avuto (e nemmeno la visibilità che Worldz gli assicura).

Questo a fronte di un costo mensile del servizio minimo.

Interessante, vero?

Un rapporto incredibile fra costo del servizio e fatturato generato, e molti non credono possa essere vero. Naturalmente per il gestore dell’ecommerce conta anche il margine sulle vendite del suo ecommerce, ai fini di una valutazione.

Trovate Joshua, il founder, ed il suo team, qui: info@worldz.net

Avrete notato che Worldz fa mooolto di più che ripagare se stesso!

Questo è un esempio di metriche che indicano una direzione, e sono un aiuto al management di Worldz, ma utili anche per i gestori di ecommerce, tramite il dashboard. Dove possono controllare lo stato della performance del software di Worldz in ogni momento. Ivi incluso quanto Worldz accelera il loro sito.

Per chi volesse approfondire il business di Worldz, qui 2 link:

  • Opstart la piattaforma che ospita la campagna di equity crowdfunding di Worldz.
  • Parla di Worldz, qui, Creative Thinking Ventures il fondo di micro-venture capital che ha creduto nel progetto sin dalla sua nascita. Come Founding Investor.

Post di #marnixgroet per LAB Creative Thinking.

Seguono i link verso le informazioni sulle metriche (a.k.a KPI’s).

Metriche per chi vuole approfondire (in inglese):

Metrics do Matter!”

Metrics for decision making versus vanity metrics

Metrics may change over time, with the development stage

Critical points in pre-seed and seed financing: credible metrics

AUTORE

LAB Creative Thinking

WHO WE ARE LAB Creative Thinking is a specialist accelerator for startups; we operate in the specific areas of sharing economy, retail online and offline and services / tools for e-commerce. We offer high value, heavily customized services, working closely with teams of entrepreneurs for accelerated growth. We do follow a select number of startups, in order to personalize the services to the maximum. Lab Creative Thinking is the operational arm of Creative Thinking Ventures, to whom we offer a quality mentorship program and acceleration of pre-seed startups to investment grade, with viable metrics. The LAB is open to other investors, wishing to invest in pre-selected and carefully mentored startups, and, we encourage co-investments with other funds. Mission - We assist teams of startuppers in the very early stages, when most help is needed; we specialize in a bespoke service of mentoring of startups in the pre-seed stage, and advisory for growth, from the pre-seed to the seed stage. LAB Creative Thinking was co-founded by Marnix Groet and a team of managers.

Tutte le storie di: LAB Creative Thinking